L’Iniziativa

Il Cantiere Maestà apre al pubblico il 10 giugno per chiudere il 30 settembre ed offre la possibilità, unica ed irripetibile, di potersi avvicinare alla Maestà di Simone Martini a Palazzo Pubblico per ammirarla a pochi centimetri di distanza, salendo sul ponteggio montato per i necessari lavori di manutenzione ed indagine storico-scientifica.
L’ultimo restauro è stato eseguito 25 anni fa e passerà molto tempo prima di poter tornare a guardare la Maestà “negli occhi”. La visita, a piccoli gruppi, sarà su prenotazione e prevede l’utilizzo di caschi protettivi.

Ulteriori Informazioni

La visita al cantiere aperto della Maestà di Simone Martini, offre la possibilità unica di ammirare a distanza ravvicinata uno dei capolavori più celebri della pittura italiana del Trecento sotto la guida dei giovani storici dell’arte dell’Università di Siena. Il grande dipinto murale, che occupa l’intera parete settentrionale della sala del Mappamondo del Palazzo Pubblico di Siena estendendosi per ben 110 metri quadrati, fu completato nel 1315 ma sottoposto ad una tanto precoce quanto significativa revisione solo pochi anni dopo, nel 1321. L’osservazione diretta consentirà al visitatore di poter conoscere gli aspetti meno noti dell’opera e le preziose tecniche utilizzate dal pittore nella sua esecuzione.

Le visite al “Cantiere Maestà” avranno luogo ogni venerdì, sabato e domenica alle ore 11, 12, 17 e 18 con inizio il giorno 16 giugno 2017 e termine il 30 settembre 2017.
Si ricorda che il Museo chiuderà comunque alle ore 19,00.
Ogni gruppo sarà composto da un massimo di 10 persone e la visita delle ore 18 di ogni venerdì sarà riservata in lingua inglese.
Le prenotazioni possono essere effettuate inviando una e-mail all’indirizzo ticket@comune.siena.it (specificando numero partecipanti, recapito telefonico, giorno e ora della visita) oppure telefonando dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 ai numeri 0577 292614 e 0577 292615.
Le prenotazioni dovranno essere pagate entro e non oltre il giovedì precedente al fine settimana prenotato.
E’ possibile l’acquisto on line dei biglietti per la visita direttamente dal sito ufficiale.
Il ritiro dei biglietti prenotati e prepagati o acquistati online potranno essere ritirati direttamente all’ingresso del Museo senza fare la fila in biglietteria.

Si ricorda inoltre che:

  1. non sarà ammessa la visita al cantiere priva di accompagnatore;
  2. l’accesso ai visitatori sarà consentito solo indossando specifici dispositivi di protezione individuale;
  3. per problemi di sicurezza non sarà ammesso l’accesso al cantiere ai portatori di disabilità motorie e ai bambini di età inferiore agli anni 8 (otto).
  4. il ticket per la visita è disponibile al costo di € 6.00, oltre al normale biglietto di ingresso al Museo Civico (€ 8.00 intero, € 7.50 per ragazzi dagli 11 a 19 anni, over 65, studenti non iscritti ad istituzioni universitarie senesi, militari e € 4.00 per le Istituzioni Formative, gratuito per i residenti nel Comune di Siena)

La gratuità per la visita al cantiere della Maestà è prevista per scuole pubbliche senesi con docenti accompagnatori, minori di 11 anni, giornalisti accreditati, studiosi e studenti preventivamente accreditati da Istituti Universitari o di ricerca.

La Maestà

La Maestà fu commissionata a Simone Martini dal governo della città di Siena per la sala principale del Palazzo Pubblico (sala del mappamondo).
Simone Martini lavorò all’affresco in più fasi. Si ipotizza i lavori iniziarono  nel 1312, continuarono fino a circa due terzi della superficie prima di recarsi ad Assisi. L’opera fu terminata nel giugno del 1315, come risulta dalla firma apposta dall’autore.
L’affresco fu oggetto di un nuovo intervento da parte di Simone Martini 1321.

La Madonna in trono col Bambino circondata da Angeli e Santi è seduta su un grande trono gotico ispirato alle coeve oreficerie posto all’interno di un baldacchino sostenuto da santi e angeli e circondata dalla corte celeste. Ai suoi piedi, due angeli inginocchiati, Le offrono coppe colme di fiori e i quattro santi protettori di Siena: da sinistra Sant’Ansano, San Savino, San Crescenzio, e San Vittore le raccomandano la salvezza della città. Tra gli altri santi sono riconoscibili: San Paolo e San Giovanni Evangelista; a destra San Giovanni Battista, l’Arcangelo Gabriele, San Pietro. Ancora dietro da sinistra sono raffigurati: Santa Maria Maddalena, Sant’Orsola; a destra: Santa Caterina d’Alessandria e Sant’Agnese, l’Arcangelo Raffaele. Tra le figure di Apostoli e Evangelisti si possono riconoscere a sinistra San Bartolomeo, San Matteo, San Giacomo il minore; a destra: San Giacomo il maggiore, Sant’Andrea, San Simone. Poi ritornando a sinistra San Filippo, San Tommaso, San Mattia, San Taddeo.

La Maestà è incorniciata da venti medaglioni con figure di Santi e Profeti a mezzo busto, separati l’uno dall’altro da preziosi decorazioni a racemi vegetali che racchiudono tondi in cui sono raffigurati alternativamente la Balzana (stemma di Siena), il Leone rampante (simbolo del Capitano del Popolo).
Nella parte inferiore sono rappresentati i Quattro Padri della Chiesa e al centro una figura allegorica dalla doppia testa simboleggiante la Lex Vetus e la Lex Nova (personificazione del vecchio e il nuovo Testamento) che sorregge due cartigli. Sotto di essa all’interno di un tondo si trova la riproduzione del sigillo con la Madonna in trono col Bambino angeli, realizzato da Guccio di Mannaia per i Nove, signori della città e committenti della Maestà stessa.

Biglietteria Online

Se preferisci puoi acquistare direttamente online i biglietti per la tua visita al Cantiere Maestà.
Fai click sul pulsante qui a destra per procedere alla biglietteria online.